Il “disturbatore televisivo” Gabriele Paolini condannato al carcere per violenza su minori

É stata confermata la condanna a 5 anni di carcere per Gabriele Paolini, diventato famoso come “disturbatore televisivo” durante i servizi dei telegiornali. L’uomo è accusato di aver avuto rapporti sessuali nel 2013 con tre minorenni in cambio di denaro e regali.

La sentenza della Corte d’Appello di Roma giunge nell’ambito del processo di secondo grado. La condanna di primo grado era stata emessa nel 2017 dai giudici della V sezione penale.

Gabriele Paolini era finito in carcere ed è stato scarcerato dopo pochi mesi. Le accuse riguardano la produzione di materiale pedopornografico e tentata violenza sessuale su minori di 17 anni.

Author: Redazione