Don Bucci: “La pedofilia non uccide nessuno, l’aborto si”. Marziale: “Libertà di pensiero? Scellerata”.

Pedofilia, le parole choc di un sacerdote americano della Chiesa cattolica hanno alimentato uno sdegno di proporzioni mondiali: «La pedofilia non uccide nessuno, l’aborto sì». È il reverendo Richard Bucci, sacerdote della Chiesa del Sacro Cuore di West Warwick (Usa), a dichiarare durante un’intervista che l’aborto è peggio della pedofilia perché si tratta di «un massacro di bambini innocenti». L’intervista è stata realizzata dalla WJAR, emittente affiliata alla NBC.

«Non stiamo parlando di nessun altro problema morale, dove qualcuno potrebbe fare un paragone tra pedofilia e aborto – dice il prete americano – perché la pedofilia non uccide nessuno, l’aborto lo fa. Io posso solo ripetere cosa insegna la Chiesa e il diritto Canonico e il Catechismo. Non saprei quale altra evidenza dovrei presentare».

Don Bucci ha poi voluto sottolineare durante l’intervista all’emittente televisiva che il numero dei bambini abusati è inferiore a quello degli aborti, sostenendo che tutto questo non significa «che l’abuso non sia una cosa orribile».

Lapidario il commento di Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori: «Mi chiedo cos’altro serva al Vaticano per ridurre un simile soggetto allo stato laicale. Va bene la libertà di pensiero, sempre e comunque, a patto che non sia così tanto scellerata».