Home » Denise Pipitone, l’Osservatorio sui Diritti dei Minori al fianco dei genitori: “Si alla commissione parlamentare d’inchiesta”

Denise Pipitone, l’Osservatorio sui Diritti dei Minori al fianco dei genitori: “Si alla commissione parlamentare d’inchiesta”

“Chiediamo ai segretari di tutti i partiti e movimenti politici rappresentati in Parlamento di voler tenere in debita considerazione la proposta di legge sull’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta sul caso di Denise Pipitone, la bambina scomparsa in circostanze misteriose a Mazara del Vallo 17 anni orsono”: è quanto dichiara il presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori, Antonio Marziale.

“La vicenda – spiega Marziale – ha assunto dimensioni drammaticamente farsesche in virtù di veri e propri colpi di scena, che ai genitori arrivano come fendenti al cuore ed all’opinione pubblica consegnano l’immagine di un sistema inquirente fallace, determinando un livello di sfiducia nella giustizia da considerarsi massivo”.

Per il presidente dell’Osservatorio: “Unirci alla richiesta dei genitori dell’ormai ventunenne Denise, Piera Maggio e Piero Pulizzi, di autorevoli giornalisti del servizio pubblico radiotelevisivo, come Milo Infante, sensibilmente impegnato a dare voce alla legittime rivendicazioni della famiglia e dell’opinione pubblica, è un dovere civico al quale non vogliamo venire meno, convinti che solo un’istituzione “terza” rispetto a quelle impegnate sul territorio possa dipanare il groviglio di contraddizioni anche interne alla magistratura date in pasto ai mass media proprio da chi del caso aveva competenza diretta”.

“Non può un Paese continuare ad assistere alle immagini di una madre disperatamente alla ricerca della propria figlia tra artati e fantasiosi depistaggi, palesi errori d’indagine, malfunzionamenti tecnici e interpretazioni discordanti. È questa l’occasione propizia – conclude il presidente dell’Osservatorio – per ricostruire il tessuto della fiducia tra istituzioni dello Stato e cittadini”.

Temi correlati