Covid a scuola? Pagano i dirigenti e il personale anche se la colpa di negligenze è dello Stato o degli enti locali. Marziale: “Vigliaccheria lasciare da sola la scuola”.

Nessuno “scudo penale” per dirigenti scolastici, docenti e personale tutto. Le responsabilità restano in capo a loro, oggi chiamati ad impegno gravoso come mai prima d’ora, accentuato da eventuali responsabilità penali laddove, durante l’orario scolastico, qualsiasi alunno possa contrarre il Covid o restare vittima di un qualche incidente.

Nel secondo caso – incidente durante l’orario scolastico – è stato sempre così e tale è rimasto, anche opportunamente se vogliamo. Ma in caso di Covid?

L’emendamento non avrebbe esonerato i dipendenti della scuola da responsabilità in caso di problemi per gli alunni, ma li avrebbe affrancati da una “responsabilità tecnica”, come potrebbe essere il mancato rispetto delle norme e del protocollo di sicurezza derivante non già dalla mancanza di dirigenti e personale bensì dall’impossibilità di realizzare quanto richiesto dai protocolli.

L’emendamento testualmente recitava: “Fino al 31 agosto 2021, ove l’organizzazione dello svolgimento in condizioni di sicurezza dell’anno scolastico 2020/2021, nell’osservanza delle prescrizioni del Cts implica la soluzione di problemi tecnici di speciale difficoltà, il personale scolastico risponde verso terzi dei danni limitatamente ai casi in cui la produzione del danno conseguente alla condotta del soggetto agente è dovuta a dolo o colpa grave“. 

Se l’emendamento fosse passato, gli operatori scolastici non sarebbero stati esonerati da responsabilità, ma avrebbero potuto essere penalmente perseguibili soltanto nel caso in cui l’evento dannoso fosse derivato da una negligenza personale e non da una impossibilità a realizzare quanto dovuto per responsabilità altrui, che potrebbe essere ministeriale o degli enti locali.

Dalla maggioranza di Governo nessun aiuto per dirigenti, docenti e personale, che restano responsabili penalmente di quanto accadrà nella scuola fino al prossimo 31 agosto, indipendentemente dalle effettive responsabilità.

Per il presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori, Antonio Marziale: “É assurdo che si venga chiamati a rispondere di responsabilità altrui. Ci troviamo innanzi ad uno scaricabarile vergognoso che, di fatto, finisce per preservare la politica da incapacità organizzative. Lasciare da sola la scuola in questo momento è un atto di pura vigliaccheria”.

Author: Redazione