Avviata dall’Osservatorio sui Diritti dei Minori una Petizione per il riconoscimento della pedofilia online quale “crimine contro l’umanità”

8 gennaio 2021 – L’Osservatorio sui Diritti dei Minori ha iniziato una raccolta di adesioni per chiedere all’Onu di riconoscere la pedofilia online quale “crimine contro l’umanità”.

“I dati del fenomeno sono impressionanti – spiega il presidente dell’Osservatorio, Antonio Marziale – per un’economia criminale il cui indotto è secondo soltanto al traffico di armi e droga. La soglia anagrafica di bambini abusati è sempre più bassa e gli inquirenti, nel mondo, continuano a scovare milioni di immagini con piccolini finanche di pochi mesi di vita”.

Per Marziale: “È sconcertante che le Istituzioni politiche non riescano ancora a conferire a questo vero e proprio olocausto alcuna priorità, ed allora provvediamo noi a smuovere le acque con una Petizione mirante ad ottenere almeno 100mila adesioni per acquisire peso contrattuale e perché la richiesta venga avvertita dai Governi come popolare, perché è dovere di ciascuno porsi a garanzia dei diritti fondamentali dei Minori”.

“La campagna per la Petizione è autofinanziata dall’Osservatorio attraverso la donazione di 3 Euro da parte di chi firma – continua il presidente dell’Osservatorio – e al raggiungimento del numero prefissato sarà notificata al Segretario Generale delle Nazioni Unite ed ai Capi di Stato di tutto il mondo. Speriamo, attraverso questa iniziativa, l’Italia voglia distinguersi nel mondo per livello di civiltà della cultura dell’infanzia e dell’adolescenza, visto e considerato che al momento primeggia nella turpe classifica del turismo sessuale”.

Per aderire occorre visitare la pagina sotto linkata e seguire le istruzioni: