Agghiacciante storia di abusi su due bambini di 6 e 8 anni ad opera di un “colletto bianco” che in due anni ha girato 9.000 filmati pedopornografici

Un noto professionista cinquantenne di Torino è stato individuato quale autore di ripetuti abusi sessuali su due bambini di 6 e 8 anni, con i quali ha prodotto materiale pedopornografico, ed è stato arrestato in esito ad una complessa  attività d’indagine svolta sotto copertura sul Dark Web dal Servizio di Polizia Postale e delle Comunicazioni – Centro Nazionale per il Contrasto della Pedopornografia Online (Cncpo), coordinata dal sostituto procuratore di Roma Eugenio Albamonte.

L’operazione è stata condotta in collaborazione con il Compartimento di Polizia Postale di Torino e grazie alla cooperazione internazionale con altre Agenzie investigative estere attivata da Europol.

L’uomo abusava in via continuativa dei due bambini, che guardavano ad egli con affetto e fiducia totale. In due anni ha  filmato le violenze ai loro danni per un totale di circa 9.000 video.

Amico dei parenti dei piccoli era riuscito a farsi affidare facilmente i piccoli anche per svariati giorni e proprio tale circostanza lo ha messo in condizione di pianificare con scrupolo criminale gli abusi, spingendosi sempre oltre nelle violenze, che si sarebbero senz’altro protratte senza l’intervento della Polizia Postale e delle Comunicazioni.