Premio internazionale permanente Sostèra Osservatorio sui Diritti dei Minori

Giampietro Parma e Antonio Marziale

All’inizio dello scorso secolo, Maria Montessori aveva intuito il legame che esiste tra Infanzia ad ambiente naturale, cogliendone le immense potenzialità educative e socializzanti.

Ne La scoperta del bambino, trattando de La natura nell’educazione, Maria Montessori sottolinea il contrasto esistente tra la vita naturale e quella sociale dell’uomo civilizzato e quanto chiaramente quest’ultima costringa l’essere umano a rinunzie e restrizioni, condizionando pesantemente lo sviluppo infantile: “Nel nostro tempo e nell’ambiente civile della nostra società, i bambini vivono molto lontani dalla natura ed hanno poche occasioni di entrare in intimo contatto con essa o di averne diretta esperienza. Invece, il bambino ha bisogno di vivere naturalmente, di “vivere la natura” e non soltanto di conoscerla, studiandola o ammirandola“.

E’ proprio dalle intuizioni di Maria Montessori, che Osservatorio sui Diritti dei Minori e Gruppo Sostéra hanno deciso di intraprendere, in partnership, un progetto volto ad individuare e valorizzare potenzialità umane, soggettive o collettive, particolarmente distintesi per avere favorito lo sviluppo di una culturale sociale che sensibilizzi i Minori al rispetto della natura e dell’ambiente e, al contempo, responsabilizzi gli adulti a tenere in debita considerazione quanto sia importante che bambini e adolescenti godano di spazi naturali nella loro quotidianità, ossia il:

PREMIO INTERNAZIONALE PERMANENTE SOSTÈRA OSSERVATORIO SUI DIRITTI DEI MINORI

In attesa di fornirvi i dettagli

L’OSSERVATORIO SUI DIRITTI DEI MINORI VI INVITA A CONOSCERE: