Samuele, su Internet arriva un sito a pagamento

ROMA – Sbarca su Internet l’ orrore di Cogne. Fotografie e protagonisti dell’ omicidio tutti rinchiusi in un sito (www.samuele.info) inaugurato ieri mattina. Entrare è gratis, accedere a buona parte delle notizie messe in rete, no, ma possibile soltanto dopo aver pagato un abbonamento mensile di quindici euro. Il risultato: polemiche e più di tremila contatti in poche ore. Un successo confermato dalla notevole affluenza alla casella di posta elettronica (opinioni@samuele.info), pensata per ospitare commenti, e suggestioni. «Chi ha ucciso Samuele?» si legge nella prima pagina del sito che offre la cronologia della storia, fotografie e un’ inquietante scritta nell’ introduzione: «Correte, mio figlio vomita sangue». L’ iniziativa è dell’ agenzia valdostana informazioni stampa (Avi Presse), diretta da Laura Agostino. Che dice: «Il sito è realizzato nel massimo rispetto del dolore di famiglia e comunità, nonché del lavoro degli inquirenti. Vogliamo semplicemente fornire informazioni e un modo per esprimere le proprie opinioni». Opinioni che, al momento, non saranno pubblicate. Pesanti le reazioni. «Ci mancava un sito internet per fare sciacallaggio sulla vicenda» dice la sociologa Chiara Saraceno. «E’ una speculazione inaccettabile – accusa Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio sui diritti dei minori – sono sgomento. Non so cosa contenga, ma la richiesta di soldi per accedere al servizio la dice lunga». «Un’ iniziativa di tipo speculativo» commenta il segretario generale della federazione nazionale della stampa, Paolo Serventi Longhi. E chiude Ernesto Caffo, presidente di Telefono Azzurro: «E’ inaccettabile sotto tanti punti di vista». Non è la prima volta che un drammatico, quanto eclatante fatto di sangue si allunga su Internet. Successe anche dopo il massacro di Novi Ligure, quando un sito venne dedicato ad Erika, la ragazza che con Omar uccise madre e fratello.

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2002/03/14/samuele-su-internet-arriva-un-sito-pagamento.html?ref=search