Cosenza, Polizia aiuta madre e figli minori: encomio del Garante Marziale per gli agenti

Nei giorni scorsi hanno soccorso una giovane madre, costretta a dormire all’aperto con i suoi tre figli in tenera età. I poliziotti l’hanno accompagnata in albergo, pagando di tasca propria in attesa di trovare una sistemazione adeguata. Le foto di quel nobile gesto hanno fatto il giro della rete.

Oggi quegli agenti hanno ricevuto un encomio dal Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Calabria, Antonio Marziale. Si tratta di Carlo Maiuri, Paolo Loreti, Davide Milione e Massimo Caracciolo della squadra volante e di Renato Guaglianone, Massimo Viola e Gianni Chimenti del reparto prevenzione crimine. Sono stati premiati alla presenza del Questore Luigi Liguori.

Chiaro il messaggio di Marziale: «Questo gesto è straordinario in un’epoca in cui dobbiamo fare quotidianamente i conti con l’indifferenza – ha dichiarato il Garante al termine della cerimonia – Nei giorni scorsi ho sottoscritto un protocollo insieme al dirigente regionale dell’Ufficio Scolastico ed all’assessore regionale ai servizi sociali, per contrastare il fenomeno della dispersione scolastica. Perché si tratta di una piaga figlia dello sfruttamento dei minori. Questi bambini hanno diritto a giocare e ad istruirsi. Invece troppo spesso li troviamo agli angoli delle strade. Serve allora l’impegno di tutti. Delle istituzioni, della polizia locale, dei sindaci e degli assistenti sociali che sono però molto pochi. E quando vediamo bambini chiedere l’elemosina non dobbiamo dare loro alcuna monetina, che va ad arricchire il patrimonio dei loro aguzzini, ma chiedere l’intervento delle autorità preposte».