La Regione Calabria presenta le “Linee guida in materia di Disturbi specifici dell’Apprendimento”. Presente il Garante Marziale

L’assessore alla Scuola Federica Roccisano ha presentato le Linee guida in materia di Disturbi specifici dell’Apprendimento, approvate dalla Giunta regionale. Si tratta di una materia delicata che interessa soggetti con disturbi a base neurologica che non si accompagnano a deficit intellettivi dei quali è difficile l’individuazione. “Per questo motivo – ha affermato l’esponente dell’esecutivo – sono stati coinvolti al Tavolo tecnico, che ha stilato le linee guida, oltre al mondo della scuola e dell’associazionismo di settore, anche i pediatri. Come Regione abbiamo un obiettivo chiaro, che è quello di garantire l’equità, anche nell’erogazione dei servizi, nel rispetto dei diritti di tutti i minori e dobbiamo rendere possibile che questo accada in tutti i comuni della Calabria”. Per questo le Linee contribuiranno all’applicazione della legge nazionale e di quella regionale che disciplinano la tutela dei soggetti con disturbi specifici di apprendimento. Nello specifico, le Linee sono indirizzate, ai diversi istituti al fine di poter contribuire all’identificazione del disturbo e poi alla sua gestione, applicando il protocollo regionale. Alla presentazione sono intervenuti anche Teresa D’Andrea, presidente O.d.v. “Potenziamenti”, Francesco Mollace, responsabile della Rete “Crescere al Sud”, Pasquale Anastasi, dirigente generale del Dipartimento “Istruzione”, Antonio Marziale, Garante Infanzia della Regione, e Diego Bouchè, direttore dell’Ufficio scolastico regionale.